Home

Tenores di Neoneli, performance a Washington DC, 29 settembre 2019

LA NUOVA SARDEGNA, 3 NOVEMBRE 2019: Bilancio più che lusinghiero, per i Tenores di Neoneli che la settimana scorsa, sono stati negli Stati Uniti. La mattina a Washington era stato presentato alla Casa Italiana, il progetto spettacolo ispirato dalla vita e dalla opere di Emilio Lussu. Spettacolo che, attraverso le voci maschie de su tenore neunelesu e con le musiche dei Mascia ha ripercorso l’infanzia nel difficile ambiente sardo di fine Ottocento, l’adolescenza, lo studente, il militare, la guerra, la Brigata Sassari, la fondazione del Partito Sardo d’Azione, l’avvento del fascismo e l’opposizione a Mussolini, il tentato omicidio, la difesa e l’uccisione del fascista Porrà, l’arresto, il confino, la fuga da Lipari, l’esilio, la moglie Joyce, l’arresto di Mussolini, la liberazione partigiana, il politico e la morte. La sera, alla Georgetown University, sempre nella Capitale, il quartetto guidato da Tonino Cau, ha riproposto “Gramsci, un’Omine, una Vida” lo spettacolo dedicato al martire, pensatore e politico di Ales morto il 27 aprile del 1937. L’iniziativa, resa possibile da Mario Macis, di origini samughesi e Docente di Economia presso la Johns Hopkins University di Baltimora, ha suggellato con questo doppio evento il battesimo di una sua tanto atipica quanto emotivamente e affettivamente significativa “Iniziativa Macis-Saderi”, nata nell’occasione proprio per tutelare e promuovere la cultura sarda nel mondo.

DAL SITO DEI TENORES DI NEONELI: Carissimi amici, il 29 settembre presenteremo per la prima volta in America, dove pure siamo stati più volte precedentemente, lo spettacolo dedicato a Antonio Gramsci.

I tenores di Neoneli effettueranno l' esibizione nella capitale degli Stati Uniti accompagnati dai musicisti Orlando ed Eliseo Mascia. Lo spettacolo su Antonio Gramsci si terrà nella prestigiosa Georgetown University, ospitati dal dipartimento di Italiano e dal dipartimento di Performing Arts. L' evento è promosso dall'Iniziativa Macis-Saderi, creata dall'economista Mario Macis, Samughese e professore alla Johns Hopkins University di Baltimora, con lo scopo di promuovere la cultura sarda e onorare la memoria dei nonni Maria e Giuseppe.